DonnaModerna.com

COOKAround

Menu
Visualizza Feed RSS

quantobasta

Dalla montagna: il borlengo!!

Valuta Questa Inserzione
Come promesso ecco la ricetta dei BORLENGHI!!!

Piccola premessa che potete saltare se non siete dei puristi della cucina:
Il borlengo si cuoce nella ROLA ovvero una padella di grandi dimensioni in rame stagnato (vedere foto qui sotto).
Io ce l’ho perché vengo dalla montagna ma immagino che la maggior parte di voi non la possieda. Per questo motivo ho deciso di mostrarvi come è possibile fare il borlengo anche a casa propria con una semplicissima padella antiaderente. E’ ovvio che qualche cosa si perde nel passaggio da rola a padella antiaderente ma da montanara posso garantirvi che il risultato è assolutamente dignitoso.
In fondo se avessimo dovuto mangiare solo pizze dentro a forni a legna si sarebbe perso il gusto della pizza nelle famiglie italiane. Perché non ragionare alla stessa maniera con il borlengo??



Ciò premesso vado con gli ingredienti (dosi per circa 7 borlenghi fatti nella Rola che è molto più grande di una padella antiaderente).


COLLA (pastella del borlengo):
- 1uovo
- 0.9 litri di acqua
- 200 grammi di farina 00
- mezzo cucchiaio di olio
- sale q.b.

CUNZA (condimento del borlengo):
- 150 grammi di lardo
- 1 spicchio di aglio
- Rosmarino
- Salsiccia a piacere. (La ricetta originale prevedeva solo il lardo. Il borlengo nasce per difficoltà economiche per cui anche la cunza seguiva questo criterio. Oggi grazie al benessere ormai diffuso, molti montanari aggiungono un po’ di salsiccia. Io sono fra questi.)

- Parmigiano reggiano grattugiato

- Cotenna di maiale (per ungere la rola)


Iniziamo con la COLLA (la pastella del borlengo) :
mescolare insieme gli ingredienti aggiungendo piano piano l’acqua al fine di evitare la formazione di grumi.

Risulterà un composto molto acquoso.


Passiamo alla CUNZA (il condimento del borlengo):
Mettiamo in un pentolino il lardo, la salsiccia, l’aglio e il rosmarino tritati. (Io in genere trito una parte di rosmarino e il resto lo lascio intero ad insaporire la cunza.)
Mettiamo il tutto sul fornello in modo che il lardo si sciolga e la salsiccia si cuocia.

Adesso possiamo procedere con il borlengo:
1.Scaldate bene la rola (in questo caso la padella antiaderente).
2.Ungete la rola con la cotenna di maiale. Fatelo anche con la padella antiaderente altrimenti si attacca.

3.Mescolate bene il composto prima di versarlo perchè tenderà continuamente ad addensarsi.
4.Versate una goccia di colla nella rola per verificare che non bruci. Se brucia troppo fate raffreddare un attimo la rola.
5.Versate un velo sottilissimo di colla nella rola e mettetela sul fuoco non troppo alto altrimenti si brucia.



6.Girate il borlengo solo quando è cotto sul primo lato. E’ molto semplice capire quando è il momento perché il borlengo si staccherà facilmente dalla rola senza rompersi.

7. Quando sarà cotto anche sull’altro lato toglietelo dalla rola e conditelo con un velo di cunza e abbondante parmigiano grattugiato.



8.Piegare in 4 e mangiare subito caldissimo.


Un bacio a tutti!!

P.S. Evviva ho inserito la mia prima ricetta!!!
Categorie
Torte salate e rustici

Commenti