DonnaModerna.com

COOKAround

Menu
Visualizza Feed RSS

ramsesfab

Ciambelle siciliane di San Cataldo

Valuta Questa Inserzione
Ho letto sul forum di parecchie persone interessate alle Ciambelle Siciliane.
In particolar modo quelle di Cammarata in provincia di Agrigento che sono identiche a quelle di San Cataldo in provincia di Caltanissetta.


Il problema è che si tratta di una ricetta segreta tramandata da padre in figlio. Stiamo parlando di diverse generazioni di fornai che, per anni hanno mantenuto il segreto della preparazione. Se chiedi ad un fornaio di San Cataldo il codice del suo BANCOMAT forse te lo dice … ma la ricetta delle ciambelle... mai!
Mia nonna era di San Cataldo e qualche volta mi permise di aiutarla a fare questi dolci semplici e genuini.


Io ricordo il procedimento e lo condivido volentieri con voi.


Buon divertimento!



Ciambelle di San Cataldo

Ingredienti:
65 gr. uovo intero (tipo uova grandissime)
95 gr. zucchero semolato
110 gr. farina doppio zero

Con questa dose si preparano nove/dieci ciambelle rotonde del diametro di 6/8 centimetri.

Preparazione:

Rompere e versare dentro una contenitore antiaderente l'uovo intero.
Aggiungere lo zucchero.
Con il procedimento di bagnomaria cominciare a scaldare l'uovo e lo zucchero aiutandosi con una frusta avendo cura di non incorporare aria. Ruotando gentilmente la frusta procedere fino a quando lo zucchero sarà stato incorporato all'uovo e non si noteranno più granelli di zucchero nel liquido che dovrà apparire di un colore giallo trasparente. Attenzione a non raggiungere mai l'ebollizione. Fare raffreddare completamente il composto. Quando si avrà la certezza che il composto è completamente raffreddato, accendere il forno e portarlo alla temperatura di 200 gradi. Aiutandosi con la frusta con una lenta rotazione e sempre senza mai incorporare aria, cominciare ad aggiungere poco alla volta la farina al composto. Aggiungere altra farina solo quando è stata incorporata la precedente quantità. Quando tutta la farina sarà stata incorporata, l'impasto risulterà discretamente compatto tanto che la frusta lascerà i caratteristici segni nell'impasto (si dice che l'impasto "scrive"). Introdurre il composto in una sacca da pasticcere e disporlo su carta-forno precedentemente distesa sulla teglia bassa del forno (attenzione che la teglia sia fredda) disegnando una spirale dall'esterno verso l'interno del diametro di circa 5 centimetri. Il composto tende ad allargarsi per cui siate rapidi e distanziate sufficientemente una ciambella dall'altra. Le ciambelle di San Cataldo sono di forma ovale lunghe circa 20 centimetri e larghe 10.

Cottura:

Tutto si decide nella cottura.
Aprire il forno e introdurre la teglia a mezza altezza. Chiudere il forno. L'apertura del forno farà precipitare la temperatura a circa 185 gradi. Inizia la cottura con temperatura teoricamente di 200 gradi ma in realtà di 185 gradi. Proseguire la cottura per 6 minuti. Durante questo periodo le ciambelle si gonfiano fino a raggiungere uno spessore uniforme di circa 1,5/2 centimetri. Si forma una patina lucida e appare qualche piccolo rilievo bolloso. Trascorso il sesto minuto abbassare la temperatura a 150 gradi (non aprire il forno). Proseguire a 150 gradi per 1,5/2 minuti. Il colorito della superficie dovrebbe essere ancora bianco con tendenza a virare a un giallo paglierino. Portare a zero la manopola della temperatura del forno e, sempre a forno chiuso ultimare l'asciugatura per 1,5/2 minuti. Sfornare subito e levare la carta forno con le ciambelle dalla teglia, questo per evitare che la teglia, ancora calda, possa proseguire la cottura bruciando la parte bassa delle ciambelle.
Fare raffreddare 2 minuti e poi delicatamente staccare le ciambelle dalla carta forno,per consentire l'asciugatur
a dell'umidità residua. Se resistete non mangiatele subito ma aspettate che siano completamente raffreddate. Inzuppate nel latte sono una golosità!

Versione "Cammarata"
ciambella1.jpg

Viste dentro...
ciambella2.jpg

Versione allungata di "San Cataldo"
ciambella3.JPG


(le foto non le ho fatte io per mancanza di tempo, grazie a rosel e ad altri per il prestito!!!)
Categorie
Dolci siciliani

Commenti

  1. L'avatar di rosel
    Appena ho tempo,provo a farle cosi.
    Grazie,buon
  2. L'avatar di rosel
    Gnam.....appeno ho tempo,le provo di sicuro.
    Inquesti giorni sono molto presa x motivi famigliari!
    Ciao e grazie ti faro sapere.
  3. L'avatar di isab70
    ecco le mie!!!!!!





    precise a come le conoscevo io!!!!!!
  4. L'avatar di isab70
    quelle di prima erano le prime 2 uova ...........

    qua ci sono le altre 4 uova che ho fatto stasera!!!!!

  5. L'avatar di ramsesfab
    Rispetto al primo tentativo dove hai ottenuto l'effetto estetico di 2 spirali unite, il secondo tentativo è vicino alla perfezione!!!
    Noto che sono presenti delle venature sulla superficie. La superficie dovrebbe essere lucida e uniforme, una sorta di crosticina croccante che ricopre "per intero" la ciambella stessa. Se quando metti l'impasto sulla cartaforno stiri lo stesso fino a ottenere un bastoncino lungo 20 cm, largo 6 e spesso 2, apettando qualche minuto prima di infornare, il composto tenderà a spandersi leggermente in lunghezza e in larghezza abbassandosi di spessore fino a uniformarsi anche in superficie (che già prima di infornare sembrerà lucida).
    Non hai fatto le foto dell'interno per verificare se sono venute morbide (ritengo di si), ma ormai... le avrete sbafate tutte!!!!
    Le venature sulla superfice potrebbero essere dovute alla temperatura del forno troppo alta, ciò crea un aumento eccessivo di spinta dell'impasto dall'interno verso la superfice che è così costretta a rompersi. Prova a diminuire di 5/10° la temperatura di preriscaldamento del forno.
    Comunque non avevo dubbi!!! Sei stata bravissima...
    IMITATELA..... GENTE! ....................IMITATELA!!!!!!

    Ciao, Fabio.
  6. L'avatar di isab70
    MA IO LE VOGLIO QUELLE VENATURE!!!!!!!!! ERA DA 'MO CHE LE CERCAVO!!!!!!!!

    Stasera ti faccio la foto dell'interno!!!!!!
  7. L'avatar di isab70
    le mie sono piu' vicoine esteticamente alla seconda foto che hai messo!
  8. L'avatar di laura33
    Le farò anch'io! Grazie Fabio!
  9. L'avatar di ramsesfab
    A dire la verità anche io preferisco quelle venature perchè ciò significa interno più morbido e quindi più inzuppabilità (voce del verbo metto la ciambella nella tazza del latte, levo la ciambella e... non c'è più latte!!!! )

    Morale: perfetto così!
  10. L'avatar di ramsesfab
    Citazione Originariamente Scritto da laura33
    Le farò anch'io! Grazie Fabio!
    Aspetto il tuo capolavoro!
  11. L'avatar di rosel
    Ciao Fabio,sono nel forno.
    Come al solito,io ho fatto x 3 volte le dose.
    Poi ti dico e ti mando le foto una volta scaricate.
    Buon pomeriggio.
    (ho fatto anche lemie Ciambelle xche i ragazzi vogliono il Tiramisu).......Rosel.
  12. L'avatar di rosel
    Fattiiiiii,sono buonissimi.
    Ho fatto il Tiramisu con queste Ciambelle e anche con le mie.
    Fabio grazie x la tua ricetta,appena posso ti mando le foto.
    Buona serata,ciao........................Rosel.
  13. L'avatar di ramsesfab
    Citazione Originariamente Scritto da rosel
    Fattiiiiii,sono buonissimi.
    Ho fatto il Tiramisu con queste Ciambelle e anche con le mie.
    Fabio grazie x la tua ricetta,appena posso ti mando le foto.
    Buona serata,ciao........................Rosel.
    Sono contento. Esagerate pure, è tutto genuino.
    Alle prossime...
  14. L'avatar di rosel
    Ciao Fabio,ecco le Ciambelle,se vuoi vedere di +,clicca sul link.e li vedrai il mio proc.e altre foto.
    http://forum-ricette.cookaround.com/...75#post4164775
    Ecco sono queste.

    Qui l'interno.

    Grazie x avermi mandato anche la tua ricetta,ciao e buona serata.
    Dimmi cosa ne pensi.
  15. L'avatar di prof_woland
    Salve a tutti.
    Premetto che sono fieramente siciliano (quindi non vi è alcuna malizia in ciò che dico), mi preme chiedere a chi è del luogo (S. Cataldo e zone limitrofe): Ma se la ciambella, per essere tale, deve avere il buco al centro, che c'entrano sti dolci? Ovvero: o le fate con il buco o non le chiamate ciambelle....boh?!?!?