Menu Pianetadonna network

ATTENZIONE:
L’Utente assume la totale responsabilità anche giuridica per ogni attività da lui svolta e per ogni contenuto pubblicato e/o scambiato. (leggi le condizioni d’uso).

Si invitano gli Utenti a non pubblicare o scambiare alcuna informazione che permetta di risalire, anche indirettamente, alla propria identità o all’identità di terzi (nome, cognome, residenza, email…) e divulgare alcun tipo di dato sensibile proprio o di terzi.

Gentile Utente,
desideriamo informarti che tutti i servizi sono erogati, agli stessi termini e condizioni, da Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. quale società incorporante di Banzai Media S.r.l.

X

Discussione Olive all'ascolana

  1. #1
    • Data Registrazione: Jan 2005
    • Località: Prato
    • Messaggi: 1,464

    Post Olive all'ascolana

    Ingredienti:

    carne macinata di manzo o vitello
    Olive
    Scorza di limone
    Noce moscata
    Olio evo
    Parmigiano
    2 uova
    Pangrattato
    Farina
    Olio di semi per friggere
    sale




    La prima cosa da puntualizzare è che questa ricetta è di mia suocera, marchigiana doc di San Benedetto del Tronto. Io, da brava nuora, apprendo tutto quello che c’è da sapere … Le tradizioni vanno tramandate, è per una buona causa mangereccia!!!!

    Comunque vi avviso subito che per fare queste olive ci vuole tanto tempo e soprattutto tanta tanta pazienza, quindi i frettolosi e quelli che si stancano subito sono avvisati.



    Per prima cosa si mette la carne macinata (magra eh!) in una terrina e si aggiunge un pochino di scorza di limone grattugiata, della noce moscata e si mescola per bene.




    ATTENZIONE: Le dosi non sono standard, non bisogna eccedere né col limone né con la noce moscata, nessun sapore deve prevalere sull’altro altrimenti si rovina tutto l’impasto. Anche per la quantità della carne macinata la scelta è facoltativa, io vi consiglio di iniziare con poca, diciamo sui 200 g. di carne, perché per riempire l’oliva ne basta un pizzichino. Per indirizzarvi vi posso dire che io per 700 g. di carne macinata ho aggiunto la scorza grattata di mezzo limone e tre-quattro grattate di noce moscata.


    A questo punto si scalda un po’ di olio di oliva in una casseruola, si butta la carne macinata e la si fa cuocere per bene, fino a quando il liquido di cottura evapora quasi completamente. Ricordatevi di salare un po’ la carne a metà cottura.




    Quando la carne è ben cotta spegnete il fuoco e lasciatela raffreddare quasi completamente.

    Nel frattempo andiamo a preparare le olive, la parte più difficile di tutta la ricetta. Io ho usato olive giganti in salamoia, se non le trovate vanno bene anche quelle normali. Bisogna togliere il nocciolo per riempirle con la carne, per fare questo CON MOLTA CALMA E PAZIENZA si gira con il coltello intorno all’oliva facendo attenzione a non romperla, cercando di ricavare una spirale. All’inizio è un pochino complicato, ma una volta presa la mano va meglio. La quantità di olive anche in questo caso è facoltativa.




    A questo punto la carne dovrebbe essersi intiepidita per bene, quindi si prosegue. La carne macinata va ripassata in un tritacarne per essere sminuzzata ulteriormente, chi ha a disposizione un buon tritacarne è a posto, altrimenti vanno benissimo anche i piccoli passaverdura manuali come quello che ho usato io, ci vuole un po’ più di tempo però è meglio di niente…




    Quando la carne è sminuzzata la si mette in una terrina, si sbatte un uovo intero e lo aggiungiamo alla carne cotta, amalgamandolo bene.



    Dopo di che si aggiungono anche il parmigiano (a piacere ma senza eccedere) e un po’ di pangrattato per asciugare l’impasto.



    La farcitura delle olive è pronta, ora bisogna prendere un pizzico dell’impasto e formare tante piccole palline “a misura di oliva”




    Si prendono le olive tagliate a spirale, si aprono delicatamente, si riempiono con le palline di carne e si richiudono per benino.




    Adesso passiamo alla panatura: si passano le olive prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato.






    Per friggerle è necessaria una casseruola piccola e abbastanza profonda, le olive devono essere fritte in abbondante olio di semi e DEVONO GALLEGGIARE nell’olio altrimenti si cuocciono male e diventano pesanti. Cuocete massimo 4 olive per volta e non fatele colorare troppo.



    Dopo la frittura si lasciano scolare sopra un po’ di carta assorbente




    E dopo di che sono pronte per essere mangiate, gnam gnam!!!





























  2. #2
    Meraviglioso !!!!! Bravissima !!!!!

    EX VITE VITA

Discussioni Simili

  1. olive all'ascolana
    Di TITTABILO nel forum Finger food
    20-02-2014
    18Risposte
  2. olive all'ascolana veloci
    Di gattino2 nel forum Sfizi vari caldi
    30-05-2010
    45Risposte
  3. [foto]Olive all'ascolana
    Di laura66 nel forum Ricette salate per il Bimby
    16-12-2008
    21Risposte

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •