Menu Pianetadonna network

ATTENZIONE:
L’Utente assume la totale responsabilità anche giuridica per ogni attività da lui svolta e per ogni contenuto pubblicato e/o scambiato. (leggi le condizioni d’uso).

Si invitano gli Utenti a non pubblicare o scambiare alcuna informazione che permetta di risalire, anche indirettamente, alla propria identità o all’identità di terzi (nome, cognome, residenza, email…) e divulgare alcun tipo di dato sensibile proprio o di terzi.

Gentile Utente,
desideriamo informarti che tutti i servizi sono erogati, agli stessi termini e condizioni, da Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. quale società incorporante di Banzai Media S.r.l.

X
  1. #1
    • Data Registrazione: Jul 2006
    • Località: Sardegna
    • Messaggi: 2,631

    Wink Creme varie al caramello

    Avvertenza: dato l'elevato tasso di zuccheri semplici e grassi (nota per Gioella: NE' IDROGENATI NE' BIONDI OSSIGENATI) contenuti in questo post, è FORTEMENTE sconsigliata la lettura a soggetti affetti da turbe del metabolismo degli stessi. La Direzione non risponderà di eventuali analisi del sangue con valori a casaccio, conseguenti la mancata osservanza di questa avvertenza!
    Ufficio Legale di Cook

    veniamo a noi: quelle che seguono sono in buona parte (la parte migliore) la versione delle creme a base di latte condensato postate da Stefania/Araba, in cui il latte condensato è sostituito dal caramello!


    Nota: il caramello è prodotto facendo bollire per 45 minuti dal fischio il barattolo di latte condensato nella pentola a pressione.

    Suggerimento: per evitare di ritrovarsi l’interno della pentola a pressione rivestito con una deliziosa carta da parati bianco/celeste, è meglio eliminare l’etichetta del barattolo...

    cominciamo...


    crema n°1: burro e caramello (ispirata/scopiazzata dalla crema al burro e latte condensato di Araba, appunto)
    ingredienti:
    125 burro
    200-250 caramello (non mi sembrava mai dolce abbastanza)

    come da ricetta originale, ho montato il burro freddo a pezzetti per circa 10 minuti con il frullino, poi ho aggiunto il caramello (a più riprese), ottenendo questa crema bella soda che in frigorifero tende a solidificarsi sin troppo...



    crema n°2: mascarpone e caramello (vedi crema al mascarpone e latte condensato by @nn@-Araba-Gioella ...in rigoroso ordine alfabetico)
    ingredienti:
    250 mascarpone
    150 caramello

    inutile che vi dica con quale ansia mi sia accostata a questa materia infernale, comunemente definita “mascarpone” ...nel tentativo di evitare la reazione nota, abbandonando il frullino, l’ho domata col cucchiaio di legno..

    ...in effetti non è impazzita, ma il fatto di averla dovuta lavorare a lungo per sciogliere i grumi (se non si usa il frullino è meglio fare il contrario di quello che ho fatto io, cioè invece di aggiungere il caramello al mascarpone, prima”allentare” il caramello con 1 cucchiaiata di mascarpone ottenendo un composto più morbido, poi unire il restante mascarpone) ha reso la crema un po’ troppo morbida...



    crema n°3: philadelphia e caramello (qui nella versione originale di Stefania)
    ingredienti:
    150 philadelphia
    100 caramello

    anche qui ho usato il cucchiaio invece del frullino, non tanto per timore di botte di follia anche del philadelphia (...che sinora non mi ha mai tradito ...vabbè che “mai dire mai”...) ma piuttosto perchè, sulla base della mia esperienza il philadelphia più viene lavorato, più diventa morbido

    ...in realtà però anche con questa crema ho avuto difficoltà a sciogliere i grumi di caramello, quindi suggerisco anche qui di rendere prima un po’ più morbido il caramello mescolandolo con 1 cucchiaio di philadelphia, prima di incorporarlo al resto del formaggio

    crema n°4: panna acida e caramello (...visto che c’ero...)
    ingredienti:
    200 panna acida
    100 caramello

    forte dell’esperienza precedente ho mescolato una cucchiaiata di panna acida al caramello, poi ho incorporato la restante panna acida

    crema n°5: yogurt greco e caramello (...non mi azzardo a chiamarla light ...ma insomma, visto le vagonate di colesterolo delle precedenti...)
    ingredienti:
    30 yogurt greco (...magro)
    30 caramello

    come si capisce dalle dosi, era giusto per togliermi il dubbio


    crema n°6: gorgonzola e caramello


    ...ci siete cascati! ....NON E’ VERO! ...il fatto che però PER UN ATTIMO ci abbiate creduto, la dice lunga sulla fama (immeritata!) che mi sono fatta qua dentro...


    a questo punto, immagino che vi aspettiate un parere... eccolo:

    premesso che le differenze di sapore sono minime (ovviamente la crema al burro un po’ SA di burro, quella al mascarpone un po’ di mascarpone, ecc...) e che il sapore io l’ho trovato ottimo, con una netta predominanza del sapore del caramello, le differenze sono soprattutto nella consistenza...

    crema al burro: decisamente la consistenza è la più “gestibile” tra tutte ...è soda, adattissima a farcire torte... dopo la permanenza in frigo diventa FIN TROPPO soda ...

    crema al mascarpone e al philadelphia: consistenza media, adatta a dolci al cucchiaio, non escludo però che a lavorarle meno si possa ottenere una consistenza maggiore..

    crema alla panna acida e allo yogurt: decisamente troppo morbide... non ho idea di come potrebbero essere utilizzate (...a meno che non le si mangi direttamente a cucchiaiate)

    Conclusioni: per me la crema al caramello “perfetta” è un mix di queste e precisamente questa: 100 gr burro
    150 gr mou
    50 gr philadelphia

    montare il burro freddo a pezzetti per 10 minuti con le fruste elettriche, unire il mou continuando a montare per un paio di minuti.
    unire il philadelphia mescolando a mano o brevemente con le fruste, sino ad ottenere un composto omogeneo...

    come consistenza è più morbida che nella versione col solo burro ed anche il sapore è meno ...burroso ...volendo una crema ancora più delicata e più morbida, adatta a dolci al cucchiaio, portare la quantità di philadelphia a 100 gr e quella del mou a 200

    PS: per sciogliere il mistero della crema usata nelle noci al cacao, vi svelo che quella crema altro non era che la mescolanza di tutte le creme elencate ...il che spiega anche la consistenza TROPPO morbida (il burro ormai era in netta minoranza) tanto da richiedere ASSOLUTAMENTE la conservazione in frigo (...ed una sosta anche in freezer)




    PS2: dimenticavo di dirvi che nelle prove di assaggio e nella valutazione della consistenza mi sono fatta aiutare da alcuni amici (le mie papille gustative ormai erano in coma diabetico) ai quali ho presentato questi tortini farciti con le prime 3 creme (le altre 2, come ho scritto, erano troppo morbide per farcirci alcunché)...


    e per non condizionare il loro giudizio, invece di chiamarli “tortino alla crema al burro”, “al philadelphia” ecc, li chiamavo “tortino n°1” (spolverizzato di zucchero al velo), “n°2” (spolverizzato di cacao) “n°3” (...nudo e crudo!)...mi guardavano un po’ con sospetto ...però hanno preso molto sul serio il loro ruolo di giurati...
    Ultima modifica di @nn@; 27-02-2008 alle 12:46

  2. #2
    • Data Registrazione: Jan 2005
    • Località: Bardolino - Vr
    • Messaggi: 10,856
    • Inserzioni nell'Archivio
      375
    Bravissima Anna!
    Lavoro e spiegazione encomiabile!
    Certo che.........
    my cookblog - cindystar
    Ciò che conta non è fare molto, ma mettere molto amore in ciò che si fa...Madre Teresa di Calcutta
    Se l'invidia fosse febbre...tutto il mondo ce ne avrebbe...F. Volo

Discussioni Simili

  1. 20-04-2011
    14Risposte
  2. 20-09-2010
    9Risposte
  3. Muffin al cioccolato e caramello (con miscela creme caramel)
    Di V@lentin@77 nel forum Muffins & Cupcakes
    13-09-2010
    12Risposte
  4. creme zabaione e caramello
    Di magghot nel forum ..... per un dolce
    15-02-2010
    11Risposte
  5. Creme Varie
    Di rasima nel forum Problemi e richieste
    02-07-2007
    1Risposte

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •