COOKAround

Menu Pianetadonna network
Visualizza Feed RSS

SaraSarachan

Anko: marmellata di azuki giapponese

Valuta Questa Inserzione
Anko: marmellata di azuki giapponese

Ecco qua una ricetta giapponese che a me piace molto, è la base di molti dolci giapponesi, tra cui i dorayaki, i dolci preferiti da Doraemon (che infatti prende il nome proprio da questi dolci ). La ricetta dei Dorayaki potete trovarla qui, li ha fatti la cara Ciciuzza all'interno del nostro "progetto", descritto in Cookincontro in Giappone... (virtuale) .
Alla base di questa "marmellata" ci sono i fagioli rossi, gli azuki, che potete facilmente trovare nei negozi di cibo orientale o anche in erboristeria. Io ne ho fatto una dose abbondante partendo da 500 grammi di azuki. Per la realizzazione ho confrontato diverse ricette trovate su alcuni libri ed in rete, alla fine ecco qua riassunti i passi della preparazione.

Ingredienti
500 grammi di azuki,
500 grammi di zucchero.


Preparazione
Lavate gli azuki e metteteli a bagno nell’acqua per una notte.


Trascorso questo tempo, gettate l’acqua di ammollo, mettete gli azuki con nuova acqua in una pentola, portate a bollore e lasciare bollire per circa 5-10 minuti, fino a quando non si formerà tutta la schiuma.


Scolateli, poi rimetteteli nella stessa pentola con nuova acqua. La quantità d’acqua deve coprire di due volte il contenuto (ad esempio: per due centimetri di altezza dei fagioli rispetto al fondo della pentola, aggiungere acqua fino a 6 centimetri rispetto al fondo).


Cuocere a fuoco medio-basso, aggiungere zucchero per un terzo del peso dei fagioli e mischiare.


Se durante la cottura esce ancora della schiuma, toglietela accuratamente.


Prima che l’acqua venga tutta assorbita, aggiungere lo zucchero rimanente ancora per tre-quattro volte e mischiare ogni volta. Continuare a cuocere i fagioli finché non diventeranno morbidi e avranno assorbito tutta l’acqua (ci vogliono 1-2 ore).


A questo punto alcune ricette indicano di frullare la crema così ottenuta, altre no. A parer mio dipende molto dalla qualità dei fagioli utilizzati, alcuni si disfano totalmente, altri meno. A me serviva una crema bella liscia, così ho deciso di frullarli.


Per la conservazione, potete mettere il tutto in barattoli di vetro come fareste con una normale marmellata di frutta e conservare in frigorifero.


Ecco qua la mia marmellata, è venuta molto buona, anche se avrebbe dovuto restringersi ancora un pochino… ma dovevo uscire di casa e non potevo più lasciare la pentola sul fuoco… ma alla fine va bene così, anche perché conservandosi si indurisce leggermente .


Vi consiglio davvero di provarla, è ottima!!!

Potete anche mischiarla con panna montata per farcire una torta in modo un po' diverso, come ho fatto nella mia Torta della primavera in Giappone
, davvero gustosa!

Aggiornato il 31-03-2008 alle 19:03 da SaraSarachan

Categorie
I miei thread ,‎ Creme

Commenti